Tevere Blue Kayak

Si è tenuto oggi al Circolo Canottieri Aniene in Roma, il “Tevere Blue Kayak”, la pulizia del Tevere a bordo di canoe organizzata da Marevivo, Federazione Italiana Canoa Kayak, Fondazione UniVerde e il Circolo Canottieri Aniene che ha ospitato anche l’iniziativa. A partecipare i ragazzi che seguono i corsi di canoa e gli appassionati di questo sport che, muniti di retina e guanti, hanno ripulito il fiume di Roma dai rifiuti, in particolare plastica.
All’iniziativa erano presenti per Marevivo Ludovica Di Penta, Gennaro Cirillo di Federcanoa e Paolo Tommasini, Dirigente sportivo Canoa del Circolo Canottieri Aniene.
«Siamo riusciti a coinvolgere e sensibilizzare tantissimi giovani – afferma Ludovica Di Penta– . Per noi è importantissimo partire proprio dalle nuove generazioni e da chi pratica uno sport sostenibile come la canoa. La nostra attività oggi si è svolta sul Tevere ma ci auguriamo presto di raggiungere tutti i fiumi d’Italia che sono i grandi nastri trasportatori di rifiuti verso il mare».
«Abbiamo lanciato insieme a Marevivo e Fondazione UniVerde il primo Blue Kayak Day nel giorno di Ferragosto – racconta Gennaro Cirillo – e da allora sono state organizzate molte altre iniziative simili. Il nostro obiettivo adesso è quello di programmare un calendario di giornate dedicate proprio alla pulizia del fiumi. Speriamo quindi che quella di oggi sia solo un apripista per eventi futuri».
«Insegnare canoa sul fiume –  spiega Paolo Tommasini- significa trasmettere ai ragazzi la bellezza di questo sport. Non è un caso che i canoisti vengano chiamati “sentinelle” delle acque, perché imparano a prendersi cura del fiume, a viverlo e, nelle giornate come quella di oggi, a trattarlo con rispetto attraverso il recupero dei rifiuti che lo inquinano».